Due interventi di Andrea Gavosto su La Stampa sull’utilità delle bocciature

Il Miur ha comunicato i risultati scolastici dell’anno appena concluso. Aumentano, seppur di poco, gli studenti promossi alle classi successive nelle scuole secondarie di I e II grado. La percentuale dei promossi alle classi successive nelle scuole medie è del 96,3% (95,7 nell’anno scolastico 2011/12), mentre alle superiori del 63,5% (63,2% lo scorso anno). L’aumento risulta leggermente più alto nelle medie con uno 0,6%, mentre per le superiori dello 0,3%.  Diminuiscono le percentuali dei non ammessi: è del 3,7% nella secondaria di I grado e del 10% in quella di II grado.
Per l’occasione, Andrea Gavosto torna a sostenere su La Stampa – come aveva già fatto alcuni mesi fa sullo stesso quotidiano torinese – la scarsa utilità della bocciatura, che, dati alla mano, non sembra essere una strada per migliorare i risultati di apprendimento degli studenti, ma semmai una sconfitta per la scuola.

Allegati

  • PDF - 484 KB

    La_Stampa_18.07.2013

  • PDF - 562 KB

    La_Stampa_18.3.2013