Per tornare in classe a settembre serve una direzione di marcia. Oggi non c’è e i cambiamenti di rotta del governo stanno esasperando famiglie e mondo della scuola. Si aspettano a breve linee guide chiare e flessibili, che ciascuna scuola possa adattare alla propria realtà, con un ruolo decisivo del dirigente scolastico, a cui mettere a disposizione le competenze tecniche necessarie e il supporto delle amministrazioni locali. Un intervento del direttore della Fondazione Agnelli su La Repubblica

Allegati

  • PDF - 221 KB

    La Repubblica 08 06 2020