Un intervento di Andrea Gavosto su La Stampa del 20.06.2013

Tutti gli anni si discute molto sulla qualità delle tracce assegnate per la prova d’italiano dell’esame di maturità e tutti gli anni ci si chiede se nell’attuale forma la prova sia realmente utile e quali competenze possa effettivamente valutare. Il direttore della Fondazione Agnelli dice la sua su entrambi i temi.

Allegati

  • PDF - 728 KB

    La_Stampa_20.06.2013