Firmato l’accordo fra Fondazione Agnelli e Università Bocconi per una Associate Professorship in economia applicata

John Elkann, vicepresidente della Fondazione Giovanni Agnelli, e Bruno Pavesi, consigliere delegato dell’Università Bocconi, hanno firmato oggi un accordo che istituisce un’ Associate Professorship intitolata all’Avvocato Giovanni Agnelli presso l’Universita’ Bocconi. La professorship sarà permanente e finanziata attraverso una donazione di due milioni di euro da parte della Fondazione Agnelli.

“Con l’istituzione della professorship” – ha detto il rettore dell’Università, Andrea Sironi – “la Fondazione Giovani Agnelli entra nel novero dei partner strategici che aiutano la Bocconi a diventare un punto di riferimento internazionale per la ricerca, l’esperienza di studio e la formazione di capitale umano”.
“Da tempo la Fondazione Giovanni Agnelli ha deciso di concentrare tutte le proprie risorse e attività di ricerca sull’istruzione, dalla scuola dell’infanzia all’università, perché è da essa che dipende il nostro futuro” – ha detto John Elkann, che già collabora con la Bocconi in veste di membro dell’International Advisory Committee – “Nel decimo anniversario della scomparsa di mio nonno Giovanni Agnelli, sono felice che la Fondazione e l’Università Bocconi possano dare vita a un’iniziativa che valorizzerà i migliori giovani talenti impegnati nella ricerca sull’economia applicata”.

La prima Giovanni Agnelli Associate Professor è Chiara Fumagalli, professore associato di economia politica, che si occupa di organizzazione industriale, politiche antitrust e finanza d’impresa. In particolare, le sue analisi di economia applicata riguardano la formazione e il funzionamento dei gruppi d’imprese. La professorship viene assegnata a un professore associato dell’Università Bocconi, i cui interessi scientifici comprendano l’economia applicata e che goda di indiscussa reputazione internazionale nell’ambito della propria disciplina. Le risorse donate dalla Fondazione confluiscono in un fondo di dotazione (endowment), i cui interessi sono utilizzati per finanziare la ricerca. Ogni professore associato potrà godere della professorship per un massimo di cinque anni, oltre i quali verrà scelto un altro titolare. Anche in caso di promozione del docente da associato a ordinario nel corso dei cinque anni, la professorship sarà riassegnata.