Gli impegni per l’education e la solidarietà sociale al centro dell’incontro pubblico presso la cooperativa Eta Beta

Un’attenzione forte e concentrata sui temi dell’education, che si manifesta in primo luogo e prevalentemente attraverso studi e ricerche sulla base dei quali indicare più efficaci politiche dell’istruzione pubblica in Italia, ma si traduce anche in iniziative “sul campo” per le scuole e con le scuole di Torino e del Piemonte. Un programma a cui oggi si affianca un rinnovato e più intenso impegno nel campo della solidarietà sociale.

Questa è nel presente e sostanzialmente sarà nel futuro prossimo la Fondazione Giovanni Agnelli: linee strategiche coerenti con la missione originaria e con gli oltre 45 anni della sua tradizione scientifica, culturale e civile, ma oggi precisamente focalizzate in questi due cruciali ambiti a favore della collettività.
Lo ha ricordato Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, presentando per la prima volta il bilancio sociale (relativo al 2010) dell’istituzione in un incontro pubblico che si è svolto a Torino il 29 febbraio presso la cooperativa sociale Eta Beta. Sono intervenute anche Donatella Genisio, presidente di Eta Beta, partner nel progetto di digitalizzazione dei volumi della Fondazione, e Stefania Boschetti, di Ernst&Young, che ha collaborato alla redazione del bilancio sociale.
L’occasione è stata propizia per misurare l’impatto delle attività della Fondazione Agnelli in termini di “valore aggiunto culturale” per la comunità nazionale e locale.
Al netto delle imposte e dei costi di struttura, quest’ultimo è stato valutato per il 2010 in 2.523.291 euro. Di questi, 1.292.793 euro sono stati destinati a ricerche e studi nell’ambito del programma Education, dando vita in modo particolare al Rapporto sulla scuola in Italia 2010 (Laterza) sui divari territoriali d’istruzione e ai significativi contributi scientifici che la Fondazione ha offerto alla costruzione del Sistema nazionale di valutazione delle scuole. Altri 446.060 euro sono andati, invece, a iniziative pubbliche organizzate per gli studenti delle primarie e secondarie superiori di Torino e del Piemonte, orientate soprattutto a fare crescere nelle scuole l’interesse e la passione per i saperi matematici e scientifici. Infine, accanto a 278.646 euro destinati a iniziative future, il bilancio sociale della Fondazione Agnelli per il 2010 ha visto 505.792 euro indirizzati a iniziative di solidarietà sociale e beneficenza a sostegno di enti nazionali o locali di assistenza o sotto forma di aiuti diretti a persone in difficoltà, dipendenti o ex dipendenti del Gruppo Fiat oppure segnalati da enti di assistenza locale. La dimensione della solidarietà vedrà in questi anni crescere l’impegno dell’istituzione, che nel 2009 ha ereditato, anche statutariamente, le funzioni sociali della Fondazione Edoardo Agnelli.

Allegati

  • Documento PDF - 587 KB

    FGA_-_Bilancio_Sociale_-_29_02_12